Accessibilità
A+ A-   Larghezza pagina minima Larghezza pagina minima Larghezza pagina massima  
Chiudi l'avviso
Feedback!
Aiutaci a migliorare!
La tua opinione è molto importante! Se vuoi puoi lasciare un commento alla scheda che stai consultando per aiutarci a migliorare il contenuto delle informazioni. Clicca sulla scritta "Feedback" sopra questo messaggio. Grazie!
Autorizzazione all'abbattimento e/o capitozzature di alberature private
(data ultima modifica: 14/01/15)
Per poter abbattere e/o capitozzare una alberatura ad alto fusto, posta in territorio urbano, occorre il rilascio di un'autorizzazione da parte del Comune.Diversamente per le aree boschive la competenza al rilascio dell'autorizzazione è della Provincia di Firenze, Ufficio Pianificazione Territoriale.
Ufficio: Parchi, Verde pubblico
Referente: Paolo Bellocci
Responsabile: Ing. Paolo Calastrini
Indirizzo: P.le della Resistenza - 50018 Scandicci
Telefono: 055.7591.468
Fax: 055.7591.454
Email: paolo.bellocci@comune.scandicci.fi.it
Orario di apertura: Martedì e Venerdì 8.30-12.00; Giovedì 15.00-18.00
Requisiti
 
Modalità di richiesta

La domanda può essere presentata all'Urp (piano terreno del Palazzo Comunale) oppure spedita tramite posta.

Il proprietario, o chi ne abbia titolo deve preventivamente verificare (con esito positivo) :

  • che l'alberatura ricada all'interno del centro abitato identificato dall'art. 123 del Reg. Urbanistico e dalle relative tavole di inquadramento N.B.: per le alberature esterne al centro abitato dovranno essere sentiti i rispettivi enti competenti in relazione agli specifici vincoli o normative;
  • che l'alberatura presenti e/o faccia presumere una situazione di pericolo non imminente per la pubblica incolumità connessa alla stabilità della pianta e/o ad altre cause da motivare, o connessa alla tutela fito-sanitaria;
  • che si tratti di alberatura ad alto fusto, come definita dal Codice Civile;

Documentazione da presentare

Per richiedere l'autorizzazione all'abbattimento di alberi occorre presentare la seguente documentazione:

  • Domanda in bollo (euro 16,00) indirizzata al Dirigente del Servizio Parchi, Verde Pubblico del Comune di Scandicci, da compilare su modulo prestampato (scaricabile richiedendolo all'indirizzo mail del referente, oppure disponibile presso il Servizio Parchi, Verde Pubblico (I piano) e l'Ufficio Relazioni con il Pubblico (piano terreno);
  • foto estesa ai luoghi circostanti inclusa la pianta da abbattere;
  • nei casi relativi ai Parchi, giardini storici, piante secolari o abbattimenti di piante paesisticamente significative, è richiesta obbligatoriamente la planimetria con rilievo e indicazione delle essenze incluse nell'area di proprietà;
  • attestazione di versamento su di Euro 52,80 su c/c postale 161505 intestato a Comune di Scandicci - Tesoreria Comunale, da effettuare presso gli uffici
    postali (indicando la causale) oppure con versamento diretto presso la Tesoreria Comunale.
  • In caso di alberature secolari e/o paesisticamente significative e/o ubicate in Parchi, giardini storici, allineamenti o formazioni arboree di pregio ambientale, è richiesta obbligatoriamente la planimetria con rilievo e indicazione delle essenze incluse nell'area di proprietà;
In aggiunta, a quanto sopra, dovrà essere allegato quanto di seguito indicato per il proprio specifico caso:
  • In caso di alberature secolari e/o paesisticamente significative e/o ubicate in Parchi, giardini storici, allineamenti o formazioni arboree di pregio ambientale, e "termine di paesaggio" (cipressi, olmi, pini marittimi, querce secolari, ecc.) in zona soggetta a vincolo paesistico-ambientale (Decreto Legislativo 490/99) è indispensabile acquisire il parere rilasciato dalla Commissione Edilizia Integrata (CEI) del Comune. In questo caso al tempo suddetto (30gg) vanno ulteriormente considerati i tempi necessari per l'acquisizione del parere e della relativa Autorizzazione Paesaggistica;
  • per alberature di circonferenza maggiore di 60 cm site in zona sottoposta a vincolo paesaggistico: N° 2 copie di "Valutazione di stabilità con metodo V.T.A." con allegate n° 2 copie della Relazione Paesaggistica ordinaria o semplificata in relazione all'entità dell'intervento, a firma di professionista abilitato;per alberature di circonferenza maggiore di 60 cm NON site in zona sottoposta a vincolo paesaggistico: N° 2 copie di "Valutazione di stabilità con metodo V.T.A." a firma di professionista abilitato;
  • per le alberature "morte" e/o di circonferenza INFERIORE a 60 cm: n° 2 copie di documentazione fotografica esaustiva del contesto paesaggistico e della specifica alberatura;
  • Copia fotostatica del documento di identità del sottoscrittore (art. 38 - D.P.R. 445/00).
  • In caso di alberature di circonferenza maggiore di 60 cm e/o con caratteristiche attestanti valore paesistico-ambientale, è richiesta la Valutazione di stabilità con metodo V.T.A. a firma di professionista abilitato;
  • In caso di alberature "morte" è richiesta Autodichiarazione del richiedente, ai sensi dell'art. 76 D.P.R. n. 445/2000, che attesti la morte della pianta per cause naturali, non imputabili ad azioni dolose e/o vandaliche sulla stessa;
  • In caso di particolari situazioni, non ricomprese nell'elenco sopra descritto, dovrà essere presentato quanto ritenuto necessario e/o concordato con l'Ufficio Verde Pubblico, per verificare e illustrare la necessità dell'abbattimento e/o capitozzatura richiesto;


 

Iter procedura

Costi

Sono previsti i seguenti costi:

  • Versamento di Euro 52,80 su c/c postale 161505 intestato a Comune di Scandicci - Tesoreria Comunale (vedi anche sopra).
  • Marca da bollo da Euro 16.00 per il rilascio dell'autorizzazione.

 

Tempi

L'autorizzazione viene rilasciata normalmente entro 30 giorni dalla presentazione della domanda, se quest'ultima risulta completa e corretta.

Qualora si richiedano integrazioni il termine di cui sopra sarà interrotto, fino alla presentazione delle stesse.

Se per la pianta da abbattere e/o capitozzare è indispensabile acquisire il parere e/o N.O. di altri settori e/o enti competenti (es. Vincolo paesistico-ambientale), in questi casi al tempo suddetto vanno ulteriormente considerati i giorni per il relativo procedimento.

Qualora nel corso del procedimento autorizzativo, si verificassero situazioni di imminente pericolo per la pubblica e/o privata incolumità legata all'alberatura in oggetto, sarà onere e cura del proprietario mettere in atto senza indugi quanto necessario a rimuovere il pericolo stesso (Intervento Vigili del Fuoco etc) dandone contestuale comunicazione scritta al Settore Parchi e Verde Pubblico.

 

 

Informazioni

Per le aree fuori dal centro abitato occorre verificare sul Regolamento Urbanistico Liv. A, B,C, approvato con Deliberazione C.C. n. 10 del 19/02/2007, se sussistono vincoli e/o prescrizioni a cui ottemperare in merito alla componente arborea presente.

Per le aree boschive occorre rivolgersi al Corpo Forestale dello Stato:

  • presso il Comando Stazione Forestale di Firenze, Piazzale delle Cascine 12, tel. 055.357279, orario al pubblico Venerdì 9.00-13.00;
  • oppure presso il Comando Stazione Forestale di San Casciano Val di Pesa, Via Cassia per Siena, tel. 055.828074, orario al pubblico Lunedì 9.00-13.00.

SANZIONI

Chiunque eseguirà abbattimenti e/o capitozzatura (per i quali non sussistano cause di imminente pericolo per la pubblica e/o privata incolumità) all'interno del centro abitato, in assenza dell'autorizzazione sarà punito con gli adempimenti previsti dalla Legge, sia di natura Penale che Sanzionatoria.

 

 

Elenco servizi on-line