Accessibilità
A+ A-   Larghezza pagina minima Larghezza pagina minima Larghezza pagina massima  
Chiudi l'avviso
Feedback!
Aiutaci a migliorare!
La tua opinione è molto importante! Se vuoi puoi lasciare un commento alla scheda che stai consultando per aiutarci a migliorare il contenuto delle informazioni. Clicca sulla scritta "Feedback" sopra questo messaggio. Grazie!
Applicazione sanzioni amministrative
(data ultima modifica: 06/07/09)
Le sanzioni amministrative in argomento riguardano violazioni di regolamenti comunali, ordinanze del Sindaco, norme in materia di igiene e sanità e altre leggi.
Ufficio: Polizia Municipale - Ufficio Contravvenzioni
Referente: Dott. Antonello Bastiani
Responsabile: Paolo Cecere Palazzo
Indirizzo: P.le della Resistenza - 50018 Scandicci (Piano terra - Palazzo Comunale)
Telefono: 055 7591447
Fax: 055 7591216
Orario di apertura: Dal Lunedì al Venerdì dalle 8:30 alle 13:00; Martedì e Giovedì anche dalle 15:00 alle 18:00
Requisiti
 
Modalità di richiesta

La violazione viene contestata al trasgressore immediatamente oppure tramite notifica del verbale.

Il pagamento della sanzione dovrà avvenire, entro il termine di 60 giorni, direttamente alla Tesorteria Comunale oppure tramite versamento su c/c postale n.161505 intestato a Comune di Scandicci - servizio si Tesoreria (è obbligatoria la causale e il numero del verbale di riferimento).

E' attivo il pagamento on line dei verbali (link su questa pagina)

Normativa di riferimento

- Legge 24 novembre 1981, n. 689, e altre norme speciali in materia.

Reclami ricorsi opposizioni

Il trasgressore che non intende pagare entro il termine di 60 giorni la somma nella misura ridotta indicata nel verbale può, entro 30 giorni dalla notifica di questo, inviare al Sindaco scritti difensivi e documenti, redatti in carta semplice, da presentare all'Ufficio Protocollo del Comune.
Il Sindaco, se ritiene comunque fondato l'accertamento, emette un'ordinanza-ingiunzione con la quale determina l'ammontare della sanzione. In caso contrario emetterà invece un'ordinanza di archiviazione.
Il trasgressore può fare ricorso contro l'ordinanza-ingiunzione entro 30 giorni dalla notifica.
La sanzione non pagata nei termini stabiliti dall'ordinanza-ingiunzione (pari al doppio del minimo della sanzione stessa) viene iscritta a ruolo e riscossa con cartella esattoriale.

Elenco servizi on-line