Accessibilità
A+ A-   Larghezza pagina minima Larghezza pagina minima Larghezza pagina massima  
Chiudi l'avviso
Feedback!
Aiutaci a migliorare!
La tua opinione è molto importante! Se vuoi puoi lasciare un commento alla scheda che stai consultando per aiutarci a migliorare il contenuto delle informazioni. Clicca sulla scritta "Feedback" sopra questo messaggio. Grazie!
Allevamento di fauna selvatica per fini alimentari
Autorizzazione per l'allevamento di fauna selvatica per fini alimentari
(data ultima modifica: 27/01/15)
La Provincia autorizza l'allevamento di fauna selvatica per fini alimentari.
Ufficio: Caccia
Referente: Paola Dardi
Responsabile: Rocco Lopresti
Indirizzo: via Mercadante 42 - 50144 Firenze
Telefono: 0552760828 - 633
Fax: 0552760657
Email: paola.dardi@cittametropolitana.fi.it; rocco.lopresti@cittametropolitana.fi.it
Requisiti

Essere singoli allevatori .

Modalità di richiesta

Istanza prestata con modulistica di cui sotto
I titolari di impresa agricola istituiscono l'allevamento dandone semplice comunicazione alla Provincia (sempre utilizzando la modulistica di cui sotto).

Documentazione da presentare

Domanda di autorizzazione
Documentazione sulla provenienza dei riproduttori e della selvaggina che si intende allevare
2 marche da bollo (una da presentare insieme alla domanda e la seconda la momento del ritiro dell'autorizzazione
Piano produttivo indicante localizzazione dell'allevamento, quantità e specie allevate, strutture di dotazione e tecniche di allevamento
Fotocopia documento d'identità, in corso di validità, del richiedente
Il titolare dell'allevamento è tenuto a predisporre recinzioni o altre strutture idonee ad evitare la fuoriuscita degli animali.

Tempi
30 giorni
Normativa di riferimento

L.R. 3/94

Art. 41 - Allevamenti di fauna selvatica a fini alimentari
1. Ai fini dello sviluppo di attività zootecniche alter­native, anche per il recupero di potenzialità produttive in aree marginali, è consentito l'allevamento di specie selvatiche destinate all'alimentazione.
2. Il titolare dell'allevamento a scopo alimentare è tenuto alla predisposizione di recinzioni o di altre strut­ture idonee ad evitare la fuoriuscita degli animali.
3. La costituzione degli allevamenti a fini alimentari è autorizzata dalla provincia competente per territorio. Qualora l'allevamento sia esercitato dal titolare di una impresa agricola, questo è tenuto a darne semplice comunicazione alla provincia.
4. Il titolare dell'allevamento è tenuto a riportare su apposito registro a pagine numerate e vistate dalla provincia il movimento dei capi.
5. Gli animali allevati a scopo alimentare possono essere commercializzati anche in periodo di caccia chiusa.
6. Ogni animale deve essere munito di contrassegno predisposto dal titolare dell'allevamento e approvato dalla provincia; inoltre i soggetti sono sottoposti a con­trollo dell'autorità sanitaria secondo le vigenti disposi­zioni in materia alimentare.
7. Negli allevamenti di fauna selvatica ai fini ali­mentari la caccia è vietata. L'esercizio di tale attività comporta la revoca dell'autorizzazione.
8. Gli allevamenti a scopo alimentare sono segna­lati da tabelle recanti la scritta "Allevamento di fauna selvatica a fini alimentari" conformi a quanto indicato dall'articolo 26 della presente legge.
9. Le province possono autorizzare persone nomi­nativamente indicate dal titolare dell'allevamento per l'abbattimento di soggetti ungulati, diversamente non recuperabili. L'abbattimento deve essere eseguito alla presenza del personale di vigilanza delle province o di altre pubbliche amministrazioni.

Del G.R. 33/R/2011 - Titolo III -DETENZIONE E ALLEVAMENTO DI FAUNA SELVATICA - Capo I -Allevamento di fauna selvatica

Art. 53 - Disciplina degli allevamenti di fauna selvatica
1. La domanda di autorizzazione o la comunicazione di cui agli articoli 39, 40 e 41 della l.r. 3/1994, deve indicare:
a) la tipologia di allevamento prescelta;
b) la localizzazione dell'allevamento;
c) l'elenco delle specie che si intendono allevare;
d) le tecniche di allevamento che si intendono adottare;
e) le strutture in dotazione all'allevamento.
2. Il titolare dell'allevamento di cui agli articoli 39, 40 e 41 della l.r. 3/1994 deve tenere un registro vidimato dalla provincia e a disposizione del personale di vigilanza per eventuali controlli.
3. Nel registro sono indicati:
a) il numero di riproduttori e loro origine;
b) la natalità;
c) la mortalità;
d) le cessioni, con l'indicazione del nome dell'acquirente;
e) gli eventi patologici significativi;
f) i controlli sanitari ed amministrativi eseguiti.
4. Per la lepre in recinto i dati di cui al comma 3, lettere b) e c) possono non essere indicati.
5. In caso di cessione a terzi dei soggetti allevati, all'acquirente deve essere rilasciata una ricevuta-certificato di provenienza su modulo numerato. Il modulo, compilato in duplice copia (una per l'allevatore e una per l'acquirente), deve sempre riportare la specie e il numero di capi ceduti, il nominativo dell'acquirente e gli estremi dell'autorizzazione dell'allevamento. In caso di cessione di specie utilizzabili come richiami vivi deve essere riportato anche il numero dell'anello identificativo.
6. Le strutture in dotazione all'allevamento devono essere idonee ad impedire la fuoriuscita dei capi allevati. La fuga di animali allevati derivante da incuria e/o inadeguatezza delle strutture utilizzate è considerata immissione di fauna non autorizzata.

Moduli
Nome Allevamento fauna selvatica a scopo alimentare - Istanza di autorizzazione
Oggetto Allevamento fauna selvatica a scopo alimentare - Istanza di autorizzazione
Nome Allevamento fauna selvatica a scopo ornamentale (mod 11)
Oggetto Allevamento fauna selvatica a scopo ornamentale (mod 11)
Nome Allevamento per ripopolamento (mod. 19)
Oggetto Allevamento per ripopolamento (mod. 19)
Nome Allevamento richiami vivi (mod. 14)
Oggetto Allevamento richiami vivi (mod. 14)
Nome Istanza di autorizzazione allevamento Uccelli Canori (mod. 13)
Oggetto Allevamento Uccelli Canori (mod. 13)
Nome Istanza di autorizzazioneper centri privati per la riproduzione di fauna selvatica allo stato naturale
Oggetto Istanza di autorizzazioneper centri privati per la riproduzione di fauna selvatica allo stato naturale